venerdì 31 gennaio 2014

MAIONESE VEGAN SENZA UOVA - RICETTA N° 49

Dopo la maionese fatta in casa con le uova, ecco la ricetta della maionese vegana senza uova. Adatta a chi ha intrapreso un'alimentazione del tutto vegana, ma anche a chi fosse intollerante alle uova, alle donne in stato di gravidanza o a chi vuole salsine gustose ma ci tiene a stare attento alla linea e all'intestino. Comunque, finché non la farete, non crederete alle mie parole. L'ho fatta lo stesso giorno che ho fatto la maionese

mercoledì 29 gennaio 2014

Maionese fatta in casa utilizzando il frullatore ad immersione - ricetta n° 48

Chi non conosce la maionese? Chi non mangia le patatine fritte se non c'è questa deliziosa salsina? E chi non prepara tramezzini, hot-dog e panini farciti se non c'è questa salsa? O meglio ancora come farebbe a esistere l'insalata russa se non ci fosse la maionese? Ebbene con questa ricettina tanto sfiziosa ho deciso di iniziare la sezione home-made /  i fatti in casa realizzati da Daniwella per voi. Dal francese Mayonnaise, è una salsa cremosa ed omogenea, generalmente di

martedì 28 gennaio 2014

PASTA BISCOTTO - RICETTA N° 47

La pasta biscotto o meglio conosciuta come pasta biscuit, è un'impasto a base di uova usato per la preparazione di rotoli ripieni di crema, marmellate e ganache, perfetta da arrotolare. Con questo impasto si possono realizzare dolci come il Tronchetto di Natale, le famose merendine Girelle e Fetta al latte e le mattonelle gelato. L'impasto viene realizzato esattamente come il Pan di Spagna, ma con dosi diverse, steso su una placca e rivestita di carta da forno, viene poi stesa con una spatola a rettangolo, si cuoce per 8/10 minuti, quel tanto da tenerlo morbido, dopo di che,  lo si fa raffreddare arrotolato in un canovaccio per circa 1 ora. Quando è freddo, lo si riempie del ripieno prescelto, lasciando tutto intorno un bordo di  circa 1 cm circa, lo si arrotola nella carta forno e lo si mette in frigo una trentina di minuti. Infine o si spolvera di zucchero a velo o lo si decora con panna montata o crema ganache. Bene per oggi è davvero tutto. Domani si riprende con un primo a base di riso. Ora vi saluto e vi ringrazio per essere stati con me in questo pomeriggio tutto dedicato ai dolci. Vi auguro buona serata.

Tempo di preparazione: 20/25 minuti
Tempo di cottura: 8/10 minuti

Ingredienti: 3 uova medie + 2 tuorli, 100 g di zucchero semolato, 100 g di farina bianca, 1 bustina di vanillina o scorza di  1 limone grattugiato.

PREPARAZIONE:

Setacciate la farina e la vanillina per 3 volte. Accendete il forno alla temperatura di 175°.
Preparate la placca, pennellandola con il burro, appoggiatevi la carta forno e spennellatela di nuovo.


Montate le uova con lo zucchero per 15 minuti.


Il composto è montato correttamente quando "scrive", ovvero il filo di pasta resta per un po' in superficie, senza affondare subito.


Aggiungete la farina già setacciata, facendola scendere in più riprese versandola a pioggia da un colino.


Amalgamate con una frusta o una spatola dal basso verso l'alto.


Versate l'impasto preparato al centro del foglio, e con una spatola stendete delicatamente a rettangolo.


Infornate in forno preriscaldato a 175° per 8/10 minuti, la superficie deve risultare ancora umida e assolutamente non colorata e ne croccante.


A cottura avvenuta, rovesciate su uno strofinaccio pulito e con delicatezza e molta attenzione staccate il foglio di carta.


Se dovete fare un dolce arrotolato, avvolgete la pasta biscotto nello strofinaccio o un'altro foglio di carta forno pulito o una pellicola trasparente, in modo che raffreddandosi, resta della forma dovuta.



Dopo 1 ora la sfoglia è pronta per essere riempita come vi piace.


Torta Foresta Nera - ricetta n° 46

La Torta Foresta Nera, conosciuta con il nome di Black Forest Gateau, ha avuto origine in Germania, ma ha poi preso piede nel mondo anglosassone. Il dolce è composto da diversi strati di torta al cioccolato, ricoperti di una bagna alcolica con il Kirsc, panna montata e ciliege candite su ogni strato, e viene infine ricoperta di panna montata, ciliege e scaglie di cioccolato fondente. Le ricette per farla, sono innumerevoli, e dopo averne lette alcune, e visto le varie foto sul web di questo dolce sontuoso, ho deciso di fare una mia personale versione, semplificata, usando come

PAN DI SPAGNA AL CACAO - RICETTA N° 45

Eccomi per la seconda volta oggi, dopo la ricetta del Pan di Spagna, ecco quella fatta con l'aggiunta del cacao. Il procedimento è lo stesso. E' comunque importante che le uova siano a temperatura ambiente. Le dosi sono diverse e con l'aggiunta di 1 ingredienti: cacao amaro. Potete usarlo per riempire qualsiasi torta vogliate. Io l'ho usato per fare la mia versione della torta Foresta Nera. Con queste dosi potete usare uno stampo di cm 26/28 di dm. Le prossime 2 ricette saranno la Torta Foresta Nera (cliccate qui per vederla) e la Pasta Biscotto (cliccate qui per vederla), con il quale potete fare qualsiasi rotolo ripieno. Bene per adesso è tutto e alla prossima ricetta golosa.

Dose: per uno stampo di cm 26/28 di dm
Tempo di preparazione: 20 minuti circa
Tempo di cottura: 35/40 minuti

Ingredienti: 7 uova medio-grandi, 200 g di zucchero semolato, 220 g di farina 00, 30 g di cacao amaro, 1 bustina di lievito per dolci.

PREPARAZIONE:

Imburrate e infarinate lo stampo prescelto. Setacciate la farina, il lievito e il cacao tutti e 3 insieme per 3 volte. Accendete il forno a 170/160°.
Montate per almeno 15 minuti uova e zucchero.
Quando avrete un composto chiaro e gonfio, è pronto.


Setacciate in 3 riprese la farina mista al cacao dal basso verso l'alto.


Versare nello stampo e cuocete in forno preriscaldato  a 170/160° per 35/40 minuti


Quando vedete il dolce ben staccato dai bordi dello stampo, il dolce è cotto


Sfornate il dolce e mettetelo a raffreddare su una gratella.


.

Pan di spagna - ricetta n° 44

Pan di Spagna o pasta biscotto: i due termini si equivalgono e definiscono, nel linguaggio tecnico uno degli impasti a base di uova maggiormente utilizzati per la preparazione di torte farcite, rotoli e pasticcini. Modificando le percentuali degli ingredienti si possono ottenere paste più o meno pesanti: le prime adatte ad essere farcite, le seconde perfette da arrotolare. Si possono realizzare anche diverse varianti, alleggerendo la farina utilizzando una parte di fecola di patate, oppure uno sfarinato di mandorle, nocciole o cacao amaro. In questa ricetta ci dedicheremo al

lunedì 27 gennaio 2014

PIZZA CROCCANTE DI GRANO SARACENO SENZA GLUTINE - RICETTA N° 43

Non avrei mai pensato, quando mi sono messa al'opera per preparare questa pizza, di trovarla davvero buona, tanto da rifarla successivamente, all'ultimo momento in quattro e quattro otto, come si suol dire, su richiesta del mio compagno, che non ha problemi per il glutine, ma che ha gradito tantissimo. Si perché oltre ad essere buona, è velocissima, in quanto si impasta in pochissimi minuti, e grazie al lievito in polvere istantaneo, non ci sono

domenica 26 gennaio 2014

PASTA BRISE' - RICETTA N° 42

La pasta brisè è un'impasto salato di origine francese molto conosciuto con il quale ci si realizzano innumerevoli torte salate e quiche, famosissima la Quiche Lorraine. L'impasto prevede farina, burro, acqua fredda e sale, e si prepara in men che non si dica. Aggiungendo inoltre zucchero, cacao e altri aromi diventa un'impasto per preparare degli ottimi dolci. L'impasto si può realizzare nel robot da cucina, ma io ve lo faccio vedere a

sabato 25 gennaio 2014

Tiramisù classico - ricetta n° 41

Ebbene si, scrivo classico perché questo è un dolce al cucchiaio che si presta a innumerevoli versioni diverse e varianti diverse, come i tiramisù alla frutta. C'è chi lo fa con la ricotta, chi con il mascarpone ma con l'aggiunta della  panna montata al posto degli albumi, c'è chi esclude completamente le uova, chi ci aggiunge scagliette di cioccolato fondente sopra la colata della crema sui savoiardi, chi lo fa con i pavesini. C'è anche chi lo fa con la base di pan di spagna al posto dei savoiardi, e con la crema pasticcera al posto della crema di mascarpone e uova crude; inoltre c'è chi lo fa anche leggermente alcolico, con l'aggiunta del marsala secco o brandy, e chi per bagnare i biscotti usa  al posto del solo caffè,  latte e caffè o solo latte o addirittura latte e cacao. Ma per quanto riguarda me, quelle pochissime volte che lo faccio, perché è un dolce che faccio raramente, lo faccio alla maniera classica, con una base di biscotti savoiardi, inzuppati mediamente in una bagna di caffè freddo non zuccherato, e una crema di rossi d'uovo montati con lo zucchero, unita al mascarpone e albumi d'uovo montati a neve, finendo con la copertura di cacao amaro spolverato sopra, rigorosamente non più alto di 2 strati, ....  perché è proprio così che piace a me. Dolce al cucchiaio famoso in tutto il mondo e vanto per noi all'estero, sono ben 4/5 le regioni che si contendono le origini di questo dolce a detta di alcuni afrodisiaco (da qui il suo nome) e sono: Piemonte, Lombardia , Veneto, Toscana e Friuli Venezia Giulia. I consigli che posso darvi per questo dolce e di non risparmiare su niente sopratutto sulla qualità degli ingredienti, essendo un dolce che si basa su ingredienti crudi, sceglieteli freschissimi (uova) e di buona marca (mascarpone). Per essere sicuri della freschezza delle uova, potete immergerle in una bacinella d'acqua alcuni dicono acqua e un pizzico di sale ; se sono fresche andranno a fondo. Affidatevi sempre e comunque ad un venditore di fiducia che vi garantisca sempre la freschezza delle cose che comprate. Comunque a secondo di quanto tiramisù vi capiterà di preparare in futuro sappiate che si parte da questa dose: per ogni uovo occorrono 2 cucchiai di zucchero e 100 g di mascarpone e 100 g di savoiardi, dose che si può comunque aumentare o diminuire a secondo il gusto e la scelta personale, l'importante è che quello che esca fuori sia un magnifico contrasto dolce-amaro dato appunto dalla crema zuccherata e i savoiardi, e l'amaro del caffè e del cacao. Un'ultima cosa, essendo uno di quei dolci al cucchiaio che hanno bisogno di riposo, sappiate che acquista una bontà assoluta solamente se fatto il giorno prima per il giorno dopo, fate la prova, mangiandone un po' dopo qualche ora di riposo eppoi mangiatelo il giorno dopo ...... completamente diverso di sapore ... ma mille volte più saporito. Bene ora vi lascio, vi saluto e vi auguro una piacevole giornata, saluto tutte le mie care signore che si sono appassionate al mio blog di cucina e un saluto a chi passa di qua come te che mi stai leggendo in questo momento.

Dose: per 8 persone
Tempo di preparazione: 30 minuti circa
Tempo di riposo: 4 ore -  meglio se fatto il giorno prima
Contenitore: per questa dose ho usato un contenitore di ceramica quadrato di cm 20 x 20

Ingredienti: 400 g circa di savoiardi, 4 uova (grandezza media) freschissime, caffè freddo non zuccherato q.b. (la quantità di 2 volte una moka da 4), 10 cucchiai di zucchero semolato, 350 g di mascarpone di ottima qualità, cacao amaro in polvere q.b.

PREPARAZIONE:

Preparate il caffè senza zuccherarlo, e mettetelo da parte a raffreddare. Io l'ho messo in frigo una volta intiepidito. Separate i rossi d'uovo dai bianchi. Le uova devono essere a temperatura ambiente. Montate i rossi d'uovo con metà dello zucchero, e in un'altra ciotola montate gli albumi a neve ferma con il restante zucchero.


Aggiungete il mascarpone ai rossi montati, operazione che potete fare con le fruste a mano o quelle elettriche.




Ora aggiungete i bianchi montati a neve, amalgamateli delicatamente dal basso verso l'alto per non farli smontare.




Quando avete preparato la crema cominciate ad assemblare gli ingredienti. Bagnate i savoiardi prima da un lato.


Eppoi dall'altro.


Disponete in un contenitore tutti i savoiardi bagnati, uno vicino all'altro.


Ricopriteli con uno strato di crema.


Ripetete l'operazione con il secondo strato di biscotti bagnati nel caffè.


E finite con il secondo strato di crema. Finite spolverizzando di cacao amaro tutta la superficie del dolce.


Fate riposare il tiramisù in frigorifero per 4 ore, meglio se fino al giorno dopo.


Ed ecco un particolare della fetta di tiramisù classico.


venerdì 24 gennaio 2014

Crema pasticcera - ricetta n° 40

La crema pasticcera è una ricetta di base, fatta con rossi d' uovo, zucchero, latte, farina ( o fecola di patate )  e semi di 1 stecca di vaniglia ( o vanillina o la scorza gialla del limone biologico). Viene usata come crema per riempire pan di spagna, dolci al cucchiaio, torte di pasta sfoglia, cornetti ripieni, bomboloni fritti, bignè, mignon e chi più ne ha più ne metta. Viene anche mangiata da sola come dessert, servita fredda,  accompagnata da dei biscottini secchi. E' la crema più usata in pasticceria, che conosce anche diverse varianti, come la crema diplomatica, crema al limone, crema

giovedì 2 gennaio 2014

ZUPPA DI CEREALI E CECI IN PUREA DI ZUCCA CAROTE E PATATE - RICETTA N° 39

Come ricetta per il nuovo anno 2014, vi propongo una gustosa zuppa, che contiene tutte le proprietà benefiche dei cereali, dei legumi e degli ortaggi di stagione. La ricetta è di Chiara, una mia cara amica, con cui ho avuto modo di collaborare una mattinata di Dicembre a cucinare alcune ricette natalizie e non. Ragazza perspicace e piena di intuizione e fantasia, anche lei con la passione per la cucina sana, e prettamente veloce da realizzare, quando mi ha fatto vedere la foto su fb di questa sua preparazione, le ho subito detto che dovevamo prepararla per il blog. E