venerdì 28 febbraio 2014

FRAPPE - RICETTA N° 59

Frappe, chiacchere, galani, sfrappole, bugie, cenci e ancora stracci e lasagne, sono tutti nomi differenti con cui questo dolce di carnevale viene chiamato nelle diverse regioni italiane, e pensate, l'elenco non finisce qua. Un'impasto di uova, zucchero e farina, aromatizzato con il liquore scelto da chi le cucina, fatto riposare eppoi fritto nella forma desiderata di strisce, fiocchetti  o manipolate a forma di nodo, spolverate infine di zucchero a velo. Gli antenati delle frappe, sono le frictilia
 dell'antica Roma,  dei dolci che venivano fritti nel grasso di maiale e che venivano preparati per farli durare per tutto il periodo che corrisponde nella tradizione cristiana alla Quaresima. Immancabile dolce delle feste di Carnevale, dei grandi e dei piccini. Questi dolci conquistano tutti. Ogni volta che li mangio, mi ricordo di quando alle elementari, si faceva la festa di classe. Tutti i miei compagni mascherati, e io, ricordo, fiera di essere vestita da spadaccina, con la spada e il mantello rigorosamente lungo fino ai piedi, nero, e che ricordasse il cartone animato, la Stella della Senna . Ero innamorata di quel cartone. Poi tutti noi ci deliziavamo con i dolci di carnevale che avevano preparato le nostre mamme .... quanti ricordi di giorni felici. E le frappe la facevano da padrona. Se volete provare, questa è la mia ricetta. Con questa ricetta escono fuori, due vassoi lunghi belli pieni. Ora vi saluto e vi auguro una buona giornata. La prossima ricetta saranno le compagne per eccellenza delle frappe.

Ingredienti: 600 g di farina 00, 1 uovo + 3 tuorli, 50 g di burro morbido o sciolto a bagnomaria, 90 g di zucchero, 1 bustina di vanillina, 150 g di vino bianco (voi mettete pure il liquore che preferite), olio si semi di arachide per friggere q.b., zucchero a velo q.b.

Dose: per 2 vassoi lunghi pieni
Tempo di preparazione: 10/15 minuti
Tempo di riposo: 30 minuti
Tempo di cottura totale: 30 minuti per cuocere tutte le frappe

PREPARAZIONE:

Sulla spianatoia mettete la farina a fontana, e al centro versate il burro, lo zucchero, la vanillina, i tuorli e l'uovo intero, il vino. Sbattete con una forchetta tutti gli ingredienti e con accortezza, attirate pian piano la farina la centro.



Appena tutti gli ingredienti liquidi saranno stati assorbiti dalla farina, impastate fino a formare un panetto.


Mettete a riposare coperto da una pellicola per 30 minuti.


Sia che usate la macchina stendipasta o il mattarello, tirate una sfoglia




 Con uno spessore di circa 3 mm.


Tagliate delle  strisce di 10 x 8 all'interno, fare 2 taglietti all'interno. Nel frattempo che finite a realizzare le frappe, tenetele coperte sotto una tovaglia pulita allargata.


Potete dare alle chiacchiere la forma che preferite: questa è la forma dei fiocchetti.



 Questa quella di  nastri/strisce.


Poco prima di finire mettete l'olio a scaldare.
Per vedere se l'olio è pronto, buttatevi dentro una piccola mollica di pane, se diventa subito scura, abbassate leggermente la fiamma e togliete la mollica. Se invece la mollica, friggerà lentamente diventando dorata, allora l'olio è pronto.
Mettete nell'olio caldo poche strisce alla volta, per non far abbassare la temperatura, e giratele per farle dorare da entrambi i lati.



Scolate le frappe con un mestolo forato direttamente sulla carta assorbente.


A piacere spolverizzatele con zucchero a velo.
Ecco il vostro vassoio di frappe pronte per essere mangiate.



 Volete assaggiarne una???



Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO SE HAI PROVATO LA RICETTA, SE VUOI UN CHIARIMENTO PRIMA DELLA REALIZZAZIONE DEL PIATTO O SEMPLICEMENTE PER LASCIARE IL TUO SALUTO.