mercoledì 2 aprile 2014

PURE' DI PATATE - RICETTA N° 76

Il purè di patate, è uno dei miei confort food. Ogni volta che lo mangio mi riporta indietro nel tempo, a quando ero bambina e facevo i capricci perché non volevo mangiare. Ero così difficile che mia mamma si inventava di tutto, e per invogliarmi a mangiare il purè, me lo presentava  in un bicchiere e mi diceva che era il gelato. Ricordo tutt'ora la prima volta che lo fece, è davvero impresso nella mia mente quel ricordo. Ma ricordo anche che al
primo assaggio, mi resi conto che mia madre sapeva fare un purè da paura (NEL SENSO BUONO OVVIAMENTE). Il sapore così buono del purè che preparava lei mi ha accompagnato per tutta la mia infanzia. E forse è proprio per questo che amo le patate in tutte le maniere, perché l'amore di mia mamma me lo ha fatto apprezzare in un modo considerato sicuramente da tanti inusuale. Ancora oggi, quando me lo preparo solo per me, mi piace mangiarlo nel bicchiere, ma non mi faccio vedere da nessuno però. Ma lasciamo ora da parte i miei ricordi di bambina. Il purè di patate è considerato da molti, uno dei contorni più golosi che accompagna piatti a base di carne come gulasch, pollo, ossibuchi, brasati e cotechini, ma anche piatti di pesce. Preparare un buon purè sembrare scontato, ma non lo è. Ecco allora alcuni semplici accorgimenti e informazioni per fare un purè dalla consistenza vellutata, e senza grumi. Utilizzate solo patate a pasta bianca e molto farinose, del tipo vecchio, e mai quelle novelle, perché sono acquose. Bollite le patate possibilmente tutte della stessa grandezza, in abbondante acqua, non salata, con tutta la buccia, e dal momento del bollore cuocetele all'incirca 30/40 minuti fino a quando infilando una forchetta nelle patate il cuore risulterà tenero. La cottura con la buccia eviterà di far inglobare alle patate più acqua del necessario, ed inoltre funge da barriera in quanto le proprietà nutritive non verranno disperse nell'acqua. Schiacciate le patate calde, dopo aver tolto la buccia usando dei guanti se volete, per non scottarvi, o usando una forchetta e raschiando con il coltello la buccia. Il latte deve essere bollente, e dovete dosarlo a filo, un po' alla volta fino ad ottenere la consistenza giusta, vellutata e senza grumi. Aromatizzarlo con la noce moscata gli darà quel non so' che. Salate solo alla fine. Bene, siete pronti per realizzare questo contorno dal gusto e sapore vellutato come una nuvola??? Coraggio allora preparate il vostro purè e avrete un piatto da Re'.


Dose: per 8 persone
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 35/40 minuti

Ingredienti: 1 kg di patate farinose, 350/400 ml di latte fresco, 50 g di formaggio grattugiato o Parmigiano o Grana, 40 g di burro, sale e pepe q.b., noce moscata in polvere q.b.

PREPARAZIONE:

Lavate accuratamente le patate sotto il filo dell'acqua corrente, per togliere tutti i residui di terra. Mettetele in una pentola con abbondante acqua, e cuocetele per 35/40 minuti dal momento del bollore.




Quando sono cotte, scolatele, e sbucciatele ancora calde. Mettete il latte a scaldare. All'interno di un'altra pentola  schiacciate le patate con il passaverdura o uno schiaccia patate.




Accendete il fuoco regolando la fiamma al minimo e versateci a filo il latte bollente un po' per volta, mescolando, fino a raggiungere una consistenza gonfia e vellutata.


A questo punto, aggiungete il burro e mescolate per farlo sciogliere completamente.


Aggiungete il formaggio grattugiato, il sale e la noce moscata.




Continuate a mescolare e tenetelo sul fuoco per 10 minuti. Fino a quando tutto si sarà perfettamente amalgamato, e il purè sarà della giusta consistenza.


Il purè goloso è pronto.




N.B. Se preparate in anticipo il purè, e dovete riscaldarlo in un secondo tempo, vi consiglio di farlo al microonde o a bagnomaria. Riscaldarlo nello stesso tegame, potrebbe fare attaccare il purè, e il suo sapore non sarebbe più lo stesso.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Purè di patate senza latte vaccino, senza burro e senza formaggio ... praticamente VEGAN


Nessun commento:

Posta un commento

LASCIA UN TUO COMMENTO SE HAI PROVATO LA RICETTA, SE VUOI UN CHIARIMENTO PRIMA DELLA REALIZZAZIONE DEL PIATTO O SEMPLICEMENTE PER LASCIARE IL TUO SALUTO.