giovedì 25 dicembre 2014

IL PARROZZO D'ABRUZZO - terza versione - E BUON NATALE 2014 - RICETTA N° 152






Buon Natale amici miei. Come è andata ieri sera ? Io sono stata in famiglia, nell'atmosfera più natalizia che si possa desiderare. Ecco come ho preparato la tavola ieri sera.  





Tutto è andato come speravo e desideravo. Il cibo, la compagnia, l'atmosfera, la famiglia, gli affetti, gli addobbi, i regali ... tutto meraviglioso, nell'estrema rilassatezza di una fine giornata all'insegna del lavoro e della stanchezza sicuramente, ma nella gioia dell'incontro con i familiari a noi cari, nel calore della casa e al riparo dal freddo tipico del periodo del Natale. Ieri sera siamo stati da me, con la famiglia del mio compagno ; oggi invece saremo a casa di mia suocera e con i parenti. Quindi altra giornata in pieno fermento. Vi lascio a questa versione del Parrozzo d'Abruzzo che mi ha regalato una cliente della salumeria dove ho lavorato per tanti anni, che io chiamo Signora Teresa, la terza che pubblico, con dosi ed esecuzione diversi rispetto alle altre due versioni precedenti dello scorso anno, che potete vedere cliccando qui per la prima, e qui per la seconda. I Parrozzi che ho realizzato quest'anno, li ho fatti utilizzando appunto questa ricetta. Eccoli infatti in fase di esecuzione glassatura.

Vi saluto tutti, e vi auguro un sereno buon Natale con i vostri affetti più cari, con tanta tanta serenità e allegria.

Dose : per 14/15 porzioni
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 50/60 minuti

Ingredienti : 6 uova medio-grandi, 200 g di zucchero, 150 g di semolino, 150 g di mandorle tostate ridotte in polvere, 20 g di mandorle amare tostate ridotte in polvere, buccia di 1 limone non trattato e la metà del succo, 150 g di cioccolato fondente al 50%, 70 g di burro, un pizzico di sale.

PREPARAZIONE :

Accendete il forno a 160/170°. Montate a neve gli albumi con il pizzico di sale.
In una ciotola, con l'aiuto di un mixer, sbattete i rossi con lo zucchero almeno per 5 minuti.

Continuando a mescolare, aggiungete il semolino.

Quindi incorporate la buccia del limone grattugiato e il succo.


Ora aggiungete gli albumi montati a neve, e con una frusta a mano incorporateli con un movimento dal basso verso l'altro per non farli smontare.


Aggiungete infine le mandorle ridotte in polvere, sempre con un movimento dal basso verso l'alto.


Trasferite il composto in uno stampo semisferico (quello da zuccotto) ricoperto di carta forno (per evitare rotture del dolce) e cuocete in forno già caldo per 50/60 minuti circa a 160/170°. 

Passato il tempo, sfornate il dolce e dopo 5 minuti capovolgetelo su di un piatto coperto di carta forno e fatelo raffreddare completamente.
Per la copertura sciogliete il cioccolato e il burro a bagnomaria e mescolate. Stendete il cioccolato con una spatola prima sul fondo del dolce eppoi dopo che si è asciugato, sulla superficie.


Ecco come si presentano i miei Parrozzi d'Abruzzo incartati per essere regalati.

Ed eccolo sulla nostra tavola la sera della vigilia di Natale !!!


2 commenti:

  1. Uno dei dolci più buoni che amo mangiare a natale 😍 buonissimoooooo

    RispondiElimina
  2. Hai ragione Martina, il natale con il Parrozzo diventa ancora più bello. Anche io lo adoro, e questa ricetta è davvero strepitosa. Grazie per il tuo commento. Un'abbraccio.

    RispondiElimina

LASCIA UN TUO COMMENTO SE HAI PROVATO LA RICETTA, SE VUOI UN CHIARIMENTO PRIMA DELLA REALIZZAZIONE DEL PIATTO O SEMPLICEMENTE PER LASCIARE IL TUO SALUTO.